Poorna Mangalam

Auguriamo ed invochiamo lo stato di Grazia

per tutti gli Esseri Viventi e a tutta l’Umanità

(Poorna Mangalam, Parama Mangalam, Sarva Mangalam Mangalye)

Fra tutte le specie viventi sulla Terra quella umana è davvero speciale e privilegiata. Dal principio l’Essere Umano è stato dotato di innumerevoli facoltà superiori a quelle di ogni altra forma di vita. L’Uomo è pieno di Grazie di ogni genere. Noi siamo dotati non solo di intelligenza eccezionale, ma anche di sentimenti, di intuizione, di poteri straordinari, di capacità di amare, perdonare, creare e sacrificarci che ci rendono così simili e vicini al nostro Signore.

Tra tutti questi Doni Divini quello della Parola è uno dei più speciali e preziosi. Tutti noi conosciamo il Potere della Parola, che è l’espressione e la prima manifestazione materiale e fisica del pensiero, del sentimento e della volontà della Persona. La Parola ha il potere di dare la Vita o distruggerla, può rendere la persona felice o gettarla nell’angoscia mortale e nella disperazione. Una sola Parola può innalzare e sublimare l’animo umano fino allo stato supremo e divino oppure gettarlo nel nulla o nel tormento infernale.

La Parola, che è la concretizzazione della Volontà e del Potere del Creatore, avvia il processo di realizzazione di questa Volontà, cioè della Creazione stessa. La Parola conferisce all’azione il suo Potere plasmando la Materia.

Ma quanto riflettiamo sul Valore dei Sacri Doni che possediamo? Con quanta consapevolezza li usiamo? Quante cose diamo per scontate e quanti tesori sprechiamo?

Ora vorrei soffermarmi su una Parola in particolare, una Parola di importanza, di significato e potere eccezionale. La Parola che usiamo più volte al giorno, purtroppo così meccanicamente. E’ la Parola ”Grazie”!

Quanto spesso riflettiamo sul suo significato: Grazie? Quanto spesso ci permettiamo di esprimere il sentimento di ringraziamento oppure di sentire la gratitudine di qualcuno verso di noi? In verità quando noi diciamo “Grazie” riconosciamo le Grazie che riceviamo da Dio attraverso le persone ed in cambio auguriamo e invochiamo le Grazie per queste persone, diventando noi stessi i mezzi di trasmissione della Grazia Divina.

La Parola “Grazie” non è una semplice Parola, è una preghiera, è un’invocazione della Grazia di Dio, è una Sacra Formula, è il Mantra. Se usata con tutta la Coscienza e con tutto il cuore compie i veri miracoli. La GRATITUDINE è la GRATA ATTITUDINE, è la capacità di intravvedere e riconoscere la Grazia di Dio e comportarsi adeguatamente. Le persone ingrate hanno la mente e il cuore ciechi, brancolano nel buio e nell’illusione ed inevitabilmente finiscono per soffrire. La Gratitudine è la Virtù, è il segno di Saggezza ed è la garanzia della Grazia stessa. Se noi sapremo vedere ovunque la Grazia, se la renderemo sempre agli altri, se la invocheremo e se mediteremo sulla Grazia la materializzeremo. La Vita intera diventerà una Grazia continua! E’ una disciplina spirituale genialmente semplice e potente!

Ora proviamo a creare lo stato di Grazia, viverlo coscientemente e sperimentare il Suo Potere.

  • 21 volte “Grazie” a qualcuno o qualcosa che ci rende felice.
  • 21 v. “Grazie” a noi stessi, al nostro “Io sono”, perché esistiamo e cresciamo nonostante difficoltà, pesanti prove, dolori e sofferenze.
  • In lingua Sanscrita la Parola Grazie si dice MANGALAM. Mangalam significa contemporaneamente riconoscenza, ringraziamento, auspicio e invocazione. Ringraziamo il Nostro amato Signore che si manifesta attraverso l’Universo, il Sole, il nostro Pianeta e attraverso l’Essere Umano.  21 v. “Mangalam”
  • Auguriamo ed invochiamo lo stato di Grazia per tutti gli Esseri Viventi e a tutta l’Umanità (Poorna Mangalam, Parama Mangalam, Sarva Mangalam Mangalye). “Piena Grazia”.
  • Ci immergiamo nell’Oceano di Grazia come nel grembo della Madre Divina, nel Suo Assoluto Incondizionato Eterno ed Infinito Amore.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.